Villa Magnolie: ultima residenza del sultano ottomano Maometto VI.


Villa Magnolie: l’attuale edificio è il risultato di una serie di ampliamenti di un’originaria villa progettata dal geometra ed impresario edile Giovenale Gastaldi nel 1864 per il Marchese Eugenio Dufour generale toscano. 

Questi  nel 1874 la cedette al Duca Amedeo di Savoia, e a sua moglie Maria Vittoria, da tempo sofferente di tubercolosi. 

Nello stesso 1874 i duchi ebbero come ospite Maria Alexandrovna moglie dello Zar Alessandro II, giunta inattesa con il treno imperiale russo ed un numeroso seguito di accompagnatori. Le autorità cittadine colte di sorpresa, chiamarono il Duca d’Aosta che organizzò in tutta fretta il soggiorno sanremese della Zarina.

All’interno della villa si conserva l’affresco dello stemma di famiglia e una lapide che ricorda il soggiorno della famiglia.

Successivamente, nel 1903 circa, la villa veniva venduta al Duca Gandolfo, che fece realizzare dall’architetto Pio Soli, già progettista del Castello Marsaglia, un ampliamento dell’immobile a cui vennero aggiunti i corpi di fabbrica laterali e un piano  pur non mutandone il disegno decorativo esterno.

Villa Magnolie

Il complesso edilizio così ampliato assunse il nome di Villa Magnolie e la destinazione d’uso fu quella di residenza per aristocratiche famiglie di forestieri, tra cui ricordiamo nel 1923 il soggiorno della Principessa Kadjar della dinastia degli Scià di Persia deposti da un colpo di stato.

Nel 1925  divenne la residenza della corte dell’ultimo Sultano Ottomano Maometto VI , che lasciò Villa Nobel  dove si era precedentemente stabilito e che vi morì in circostanze misteriose nel 1926.

Dopo il 1928 Villa Magnolie venne destinata a struttura scolastica per la numerosa popolazione inglese che allora era presente in città ed assunse il nome di “St.George’s School Sanremo” ma nel 1936, a seguito della rottura delle relazioni del governo fascista con il Regno Unito la scuola venne chiusa.

Intorno alla metà degli anni ’50 vi venne insediata una scuola privata  di ispirazione  cattolica gestita dai i Padri Dottrinari che operò fino agli anni ’80.

Villa Magnolie dopo un periodo di abbandono venne acquistata nel 2005 dalla Provincia di Imperia e adibita come succursale del Liceo Gian Domenico Cassini.

Il Duca Amedeo, secondogenito di Vittorio Emanuele II, asceso al trono di Spagna il 2 gennaio 1871, già nel 1873  aveva abdicato a favore della Repubblica e si distingueva per l’indipendenza di carattere, la brillantezza, la disinvoltura di un aristocratico “bello e mondano” come veniva definito all’epoca. Dopo la morte della moglie avvenuta l’8 novembre 1876, tornò a Torino con i tre figli dove si risposò divenendo capostipite del ramo Savoia-Aosta e ricoprì incarichi ufficiali sotto il regno del fratello Umberto I.

Fonte: in collaborazione con il Liceo Cassini di Sanremo

Scopri tutte le news della Città dei Fiori qui: https://www.sanremoliveandlove.it