Siro Andrea Carli: chi era.


“Siro Andrea Carli 1797 – 1857 Sindaco di Sanremo- Deputato al Parlamento – filosofo medico letterato – insigne benefattore promosse studi aprì strade e viali donò ricchezze di acque cooperò al bene pubblico con generosità di animo” 

Sono queste le parole con le quali Sanremo ha voluto omaggiare Siro Andrea Carli e incise sotto la statua a lui dedicata ed installata nell’omonima piazzetta situata a monte di via Matteotti a ridosso del centro storico. 

Sindaco di Sanremo per ben sei volte, Siro Andrea Carli è stato senza dubbio una delle persone che più hanno dato lustro alla città e che si sono operate per il bene pubblico. Nato a Sanremo nel 1797, dopo gli studi in medicina, collaborò con i più illustri medici dell’epoca apprendendo le tecniche più avanzate del campo. Dopo un soggiorno in Inghilterra tornò a Sanremo dove strinse grande amicizia con il torinese e “sanremese d’adozione” Alberto Nota.

Piazza Siro Carli

Fu eletto per la prima volta sindaco nel 1828: il nuovo primo cittadino si trovò immediatamente a che fare con grossi e annosi problemi come l’approvvigionamento idrico e la mancanza sufficiente di fonti di acqua potabile che risolse, non senza difficoltà, grazie alla costruzione di un acquedotto collegato ad una sorgente situata in zona Pian della Castagna.

Finalmente per la prima volta nel 1829 i sanremesi poterono festeggiare “l’arrivo dell’acqua” dalle fontane di piazza dei Dolori, piazza Capitolo e piazza Nuova (ora piazza Nota). Successivamente fu inaugurata anche la famosa fontana ad obelisco di piazza Bresca. 

Sotto il suo mandato, inoltre, spostò il cimitero dal centro cittadino alla Foce (l’attuale monumentale) e lancio l’idea di una nuova strada: una “traversa spaziosa” che successivamente sarebbe diventata via Matteotti.  Nel 1837 il sindaco si distinse anche nelle opere di soccorso e supporto alla popolazione sanremese colpita dalla terribile epidemia di colera che causò centinaia di vittime. 

Carli fu anche deputato del parlamento subalpino per due mandati. Ritiratosi dalla vita politica morì nel 1857 ed ai suoi funerali partecipò una folla commossa. Il cinque gennaio 1890 la città inaugurò ufficialmente la statua a lui dedicata (realizzata da Filippo Ghersi) che fu posizionata inizialmente in piazza Eroi Sanremesi vicino ad una delle fontane pubbliche da lui tanto volute.

LEGGI ANCHE: https://www.sanremoliveandlove.it/news/