Outdoor ed entroterra: la valorizzazione dei sentieri passa anche attraverso la “Sanremo Card”


Sanremo Card: da qualche tempo il Comune di Sanremo si è orientato alla valorizzazione in chiave turistica del territorio, puntando in particolare su outdoor ed entroterra.

Attraverso il Consorzio Forestale Monte Bignone è stato svolto un lavoro di riqualificazione e manutenzione della rete sentieristica che ha portato anche all’approvazione in Consiglio comunale, nella seduta del 23 febbraio, del regolamento riguardante la pratica della mountain bike sul territorio comunale

Tale regolamento prevede l’attivazione della Sanremo Card per il versamento di contributi volontari da parte di bikeristi e operatori che usufruiscono della rete di percorsi MTB autorizzati.

Sanremo Card

La Card conferisce quindi la possibilità al Consorzio Forestale Monte Bignone, il gestore di tale rete, di acquisire contributi finalizzati alla manutenzione e alla valorizzazione dei sentieri, peraltro perseguendo in un quadro articolato la promozione di tutte le forme sostenibili del turismo outdoor praticabili in zona. 

Per stimolare la partecipazione e il contributo dei bikers e, più in generale, di quanti amino godere di momenti ludici in ambiente naturale, si è cercato il sostegno degli operatori produttivi nell’ambito del consorzio, soprattutto del commercio e della ricettività, mettendo a disposizione sconti o altri benefits per chi attiva la Card.

Il Consorzio Forestale Monte Bignone ha già provveduto ad attivare un sistema di versamento on line del contributo volontario, con il conseguente rilascio della Sanremo Card ai richiedenti, che verrà consegnata via mail e potrà essere conservata su smart-phone.

In parallelo, è stato predisposto il procedimento on line di accreditamento dei sostenitori (esercizi commerciali, ecc.) che verranno identificati fisicamente con uno specifico adesivo da collocare nella sede dell’attività e avranno uno spazio di visibilità promozionale sul sito web di riferimento, “Sanremo Outdoor”.

Tale iniziativa costituisce un primo passo e un test operativo per proporre la nostra città come comune capofila per un ben più ampio “distretto dell’outdoor” che vede coinvolti vari comuni a contorno e nelle valli circostanti il territorio sanremese.

Fonte: Comunicato Stampa

LEGGI ANCHE: https://www.sanremoliveandlove.it/news/