prima serata
Dal 13-04-2024 al 13-04-2024

Sanremo 2023: la prima serata, martedì 7 febbraio.

Al via, la prima serata del Festival di Sanremo. Standing ovation per Mattarella. Il Festival si apre con un minuto di silenzio per le vittime del terremoto in Turchia e Siria

La prima serata di Sanremo 2023 si apre con una standing ovation lunga oltre un minuto di tutto il teatro Ariston per il primo presidente della Repubblica presente al Festival di Sanremo. “Averla qui con noi in questo teatro – ha detto Amadeus – dimostra la sua vicinanza al mondo dello spettacolo e della musica”. Subito dopo l’ingresso in sala di Mattarella e della figlia Laura Gianni Morandi ha intonato insieme a tutto il teatro (presidente compreso) il Canto degli Italiani, l’inno nazionale. Il capo dello Stato, molto sorridente, ha salutato i presenti in sala.

Quest’anno ricorre il 75esimo anniversario della Costituzione e, “a rappresentare l’altissimo valore delle sue pagine”, Amadeus ha chiamato sul palco Roberto Benigni. L’attore ha salutato il presidente “con tutta la mia stima e ammirazione. Per me è una gioia essere qui”.

Amadeus presenta il regolamento di gara. Questa sera si esibiscono i primi 14 cantanti che sarnno votati dalla Sala stampa, divisa in tre componenti: carta stampata e Tv, Radio e web. Total black invece il look di Anna Oxa, la prima artista sul paco, che presenta il suo brano Sali

Il vincitore di Sanremo Giovani per la prima volta al Festival di Sanremo gIANMARIA in gara con “Mostro” Nella serata del suo esordio, gIANMARIA ha lanciato un messaggio legato al bullismo è un mostro che, come canta, troppo spesso “intrappola nella solitudine e negli schermi dei nostri smartphone”

Si abbassa il sipario per la prima volta durante la prima serata del Festival e arriva Chiara Ferragni, la prima co-conduttrice di queste cinque serate di Festival che veste un lungo abito nero e una stola bianca su cui è ricamato “Pensati libera“.

La Ferragni, nasce come fashion blogger e diventa il personaggio più acclamato e imitato fra i giovani. Chiara Ferragni fa i complimenti ad Amadeus, “è troppo accogliente, sa che sono terrorizzata“, e a Morandi confessa il suo apprezzamento: “Amo Gianni, sono da sempre fan delle sue canzoni“.
L’imprenditrice scherza su se stessa, “sono mesi che faccio le scale del mio condominio e mi esercito a presentare“, dice tutto di un fiato, e poi presenta Mr Rain

Rapper, beatmaker ed ex concorrente di X Factor, Mr.Rain, il cui vero nome è Mattia Balardi è uno degli artisti hip hop più noti della scena musicale italiana. “Camminerò a un passo da te e fermeremo il vento“, canta l’artista nella sua Supereroi, per una canzone che, come lui stesso ha raccontato, parla del sapersi far aiutare, accettare il sostegno degli altri quando siamo in difficoltà. Sul palco con lui un coro di bambini che canta il ritornello di “Supereroi” insieme all’artista.

Presentati da Chiara Ferragni, tornano sul palco i vincitori della scorsa edizione del Festival, con il brano, BrividiTornare dopo un anno e riprovare le stesse emozioni dell’anno scorso mi fa un po’ strano. Sento questo posto un po’ come casa mia“, dice Mahmood alla fine dell’esibizione, celebrando un anno di successi enorme per il duo.

A dieci anni dalla vittoria è il turno di Marco Mengoni, uno dei big favoriti della vigilia che non si smentisce. Marco Mengoni, che l’ultima volta a Sanremo, dieci anni fa, aveva trionfato, propone “Due vite“, una canzone che non esclude affatto il bis una canzone molto melodica, soprattutto nel primo strofa/ritornello, per poi lasciare spazio ad un incedere ritmico che “apre” la canzone. “Dovrei telefonarti, dirti le cose che sento, ma ho finito le scuse e non ho più difese“.

Alla prima serata di Sanremo 2023 è il momento di Elena Sofia Ricci che, reduce dall’addio alla serie “Che Dio ci aiuti“, arriva al Festival per presentare la fiction “Fiori sopra l’inferno”, in onda su Rai1 a partire da lunedì 13 febbraio, a pochi giorni dalla finale che eleggerà il nuovo vincitore del Festival. “Che bello essere qui con voi“, dice l’attrice, ringraziando Amadeus e Gianni Morandi che la accolgono sul palco.

Quinta artista in gara Ariete che porta a Sanremo un brano di Calcutta. Con la sua Mare di guai la giovane Ariete fa l’esordio in carriera all’Ariston. La canzone risente delle influenze del suo autore, ma soprattutto si adatta molto alla veste vocale di Ariete che sul lungo periodo può riservare belle soddisfazioni.

A quattro anni dal finale spiacevole del 2019 con Ultimo a discutere con i giornalisti in sala stampa dopo il secondo posto, da lui considerato una sconfitta, il cantante torna in gara. Il tempo trascorso lo ha reso più maturo, in tutti i sensi, ma questa “Alba”  che porta a Sanremo non tradisce le sue origini. Una canzone di Ultimo dall’inizio alla fine per sonorità e stile vocale, per quanto la struttura del pezzo sia tutt’altro che immediata: di fatto la canzone non ha un ritornello.

È il momento dell’uscita dall’Ariston di Amadeus che incontra sul green carpet Piero Pelù. L’artista a Sanremo si esibisce dal palco di piazza Colombo e ci fa ascoltare Gigante il brano portato in gara nel 2020. Ogni sera un artista diverso si esibirà sullo stesso palco esterno all’Ariston.

Una coppia artistica e nella vita dal 2016, alla prima serata del Festival, i Coma_Cose che sul palco portano il brano “L’Addio” e, in continuità con il loro ultimo album, raccontano della crisi di coppia vissuta: “Noi abbiamo deciso di raccontare questa sfumatura della nostra storia, un momento che entrambi stiamo vivendo per la prima volta“.

Grandi ritorni nella prima serata del festival di Sanremo: Arrivano i Pooh con il ritorno sul palco anche di Riccardo Fogli che, negli anni Settanta, aveva lasciato la band. Il gruppo, dopo i Nomadi, è il più longevo d’Italia

Dopo essersi sciolti definitivamente dopo cinquant’anni di carriera nel 2016, i Pooh si ritrovano a Sanremo per una reunion. Si tratta del primo momento di reunion della band dopo la scomparsa di Stefano D’Orazio, avvenuta nel 2020. “Dammi solo un minuto“, “Amici per sempre“, “Tanta voglia di lei“, successi indimenticabili che hanno fatto la storia della musica italiana. Su piccola Katy, torna anche Riccardo Fogli.

Riprende la gara. È la volta di Elodie in gara con “Due”: la cantante romana sul palco dell’Ariston con un brano che farà parte del suo prossimo album “Ok. Respira”, in uscita il prossimo 10 febbraio. Dopo il debutto nel 2017, l’artista è tornata a Sanremo anche nel 2020 ed è quindi alla terza partecipazione a Sanremo. A dirigere l’orchestra Carolina Bubbico, che tra l’altro partecipa anche ai cori del pezzo dell’artista.

Secondo abito per la co-conduttrice di questa sera: tubino color carne, ricoperto di paillettes, che con un gioco di chiaro-scuri, rimandano una “immagine-stampa del mio corpo“. “Non sono nuda“, ha detto Chiara Ferragni ad Amadeus e Morandi che l’hanno accolta sul palco. Quindi Ferragni legge una lettera, indirizzata a una bambina che, si capisce poi, è semplicemente se stessa da piccola.

Arriva il momento di Salmo, che collegato dalla crociera attraccata al largo di Sanremo fa la prima delle sue cinque performance. Questo debutto finisce con un tuffo in piscina.

È il turno di Leo Gassman, decimo artista della serata in gara. L’artista, al Festival di Sanremo per la seconda edizione dopo aver vinto tra i giovani nel 2020, porta all’Ariston “Terzo cuore“, scritta da Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari. Una canzone che sembra portarlo in una direzione leggermente diversa da quella percorsa in passato.

Fischi per Blanco a Sanremo, distrugge il palco e non canta “Purtroppo non mi sentivo in cuffia e non sentivo la voce“. dice Blanco per rispondere ai fischi di Blanco, che doveva esibirsi con la sua “L’isola delle rose“, ma a causa di un problema tecnico che gli ha impedito di sentire la sua voce, non ha cantato per tutta l’esibizione ed ha spaccato vasi e fiori sul palco.

I Cugini di Campagna fanno il loro esordio a Sanremo dopo 50 anni di carriera e lo fanno con un pezzo gentilmente, Lettera22, ceduto loro da La Rappresentante di Lista, il titolo fa riferimento a una lettera non compresa nell’alfabeto che ne ha 21, nessuno riesce a trovarla per simboleggiare l’incapacità di trovare le parole giuste in alcuni momenti della vita.

Gianluca Grignani, porta sul palco una canzone accompagnata dall’idea di ritorno, di una riabilitazione dopo le uscite infelici degli anni scorsi. “Non fare accordi con i ricordi” è la frase di Quando ti manca il fiato che sembra aderire di più a una storia personale, quella di Grignani appunto, che tende quasi a prevaricare sul testo stesso.

È il momento di Olly che gareggia tra i big di Sanremo 2023 con la canzone “Polvere“. È stato scelto tra gli emergenti nella serata di Sanremo Giovani dove si è esibito con il brano “L’anima balla“. Sul palco dell’Ariston porta una canzone che parla di fragilità, distrazioni ed emozioni.

Giovanissimi, energici e pop. I Colla Zio partecipano per la prima volta a Sanremo 2023 tra i big con “Non mi va“. Sono tra i 6 selezionati di Sanremo Giovani e il quintetto composto da Armo, Mala, Lampo, Berna e Letta si definisce un collettivo, per questo ha scelto il nome ‘Colla’. Zio invece è stato scelto per rappresentare Milano, la loro città, e il suo slang.

Quattordicesimo e ultimo artista in gara questa sera è Mara Sattei, che esordisce al Festival di Sanremo 2023 con la canzone “Duemilaminuti“, un brano prodotto dal fratello thasup, aka Davide Mattei, ed Enrico Braun, ma soprattutto che vede il lavoro autoriale di Damiano David, frontman dei Maneskin.

La classifica della prima serata

14. Anna Oxa – Sali
13. Olly – Polvere
12 gIANAMARIA – Mostro
11. Ariete -Mare di guai
10. Gianluca Grignani – Quando ti manca il fiato
9. Mr. Rain – Supereroi
8. Cugini di Campagna
7. Colla Zio – Non mi va
6. Mara Sattei – Duemilaminuti

Top five

5. Leo Gassmann – Terzo Cuore
4. Ultimo – Alba
3. Coma_Cose – L’addio
2. Elodie – Due
1. Marco Mengoni – Due vite

Resta aggiornato su tutte le news di Sanremo 2023